Il territorio

Il territorio di competenza della Soprintendenza BSAE comprende i comuni delle province di Salerno e Avellino (di seguito l'elenco dei comuni e dei funzionari responsabili).

SALERNO
LA STORIA

La storia dell'insediamento di Salerno  spazia in un arco temporale della cui vastità testimoniano gli antichi reperti archeologici di epoca etrusco - sannita, le  terme romane, le architetture longobarde ed i  reperti bizantini, la Cattedrale  e la nuova città  ampliata da Roberto il Guiscardo, Principe di Salerno dopo la conquista del 1077.
SalernoFu sede della prima  Università di Medicina e Filosofia, più nota come Scuola medica salernitana aperta anche alle donne tra le quali spicca  il nome della medichessa  Trotula de Ruggero. La fama della sua Scuola Medica, la cui conoscenza venne esportata attraverso i flussi migratori dei mercanti e dei Crociati, le  valse il merito di poter avere, quale regale ospite nel Castello detto di Terracena, la principessa Costanza, madre del futuro imperatore Federico II di Svevia, giunta fin qui per porre rimedio alla sterilità che l'affliggeva ed accolta trionfalmente al suo arrivo. Nel corso dei secoli la città di Salerno subì numerose trasformazioni che ne hanno determinato l'immagine barocca, sia per la consuetudine del tempo, sia perché le esili strutture normanne non avevano a lungo resistito all'ingiuria del tempo ed ai numerosi terremoti, trasformando la splendida città in un disarticolato complesso di rovine. Durante tutto l'Ottocento, con l'uso pubblico di chiese e conventi, confiscati al clero ed agli ordini monastici in seguito alle soppressioni napoleoniche, vennero perpetrate senza riguardo modifiche e distruzioni, alle quali in parte recenti restauri hanno posto rimedio con il recupero, dove ancora presenti, delle tracce di significative testimonianze del passato.

AVELLINO
LA STORIA

Il primo nucleo abitativo della città di Avellino è legato agli Hirpini, antica tribù sannitica. La vocazione di questo centro campano a snodo obbligato di transito da Salerno verso Benevento è molto antica, a giudicare dall'interesse precoce manifestato dai romani per la sua postazione strategica.
Nel 500 d.C., Avellino divenne sede vescovile. Subì le invasioni barbariche dei Vandali e dei Goti e nel IX sec. si vide trasformare dai Longobardi. Fu parte del Principato di Benevento fino alla sua caduta, dominio del Principato di Salerno e capoluogo del Principato Ultra dal 1287 e fino al 1806 (quando fu soppiantata da Montefusco).
Nel 1100 divenne contea di Riccardo dell'Aquila e, con la fine della dominazione normanna, venne incorporata nel regio demanio per essere assegnata a numerose casate fra cui spiccano i Montfort e i Del Balzo. Dopo una serie di reggenze legate alle famiglie più influenti della corte napoletana, passò dalla famiglia Filangieri e soprattutto ai Caracciolo sotto il cui dominio, nel secolo XVII, visse la sua stagione più esaltante. Durante il decennio francese, Avellino ritornò capoluogo del Principato Ultra e piazza della Libertà divenne il fulcro della sua vita amministrativa e commerciale.
Fu teatro dei moti rivoluzionari del 1820.

SEDE DI AVELLINO
CARCERE BORBONICO
Via Dalmazia 83100  AVELLINO
Tel. 0825 279111

Progettato dall'ingegnere Giuliano De Fazio, con l'assenso di Ferdinando I e realizzato 1832, il carcere borbonico di Avellino rende omaggio nella sua struttura radiocentrica al Panopticon di J. Bentham. La pianta esagonale, il corpo con cinque bracci a stella, cinque grandi edifici e un muro di un metro e mezzo che li separa dalla strada, sono le caratteristiche di quest'edificio unico nel suo genere. De Fazio si ispirò tanto alle architetture militari quanto a quelle difensive.
Oggi l'ex carcere borbonico è sede della Soprintendenza Bap e Bsae di Avellino e ospita eventi mostre e concerti.

 

Risultato della ricerca

Salerno

comune: Acerno

diocesi: Acerno-Campagna

funzionario: Dott.ssa Maria Giovanna Sessa

telefono: 089 2758201

email: mariagiovanna.sessa@beniculturali.it

Salerno

comune: Agropoli

diocesi: Vallo della Lucania

funzionario: Dott.ssa Maria Guglielmina Felici

telefono: 089 2758214

email: mariaguglielmina.felici@beniculturali.it

Salerno

comune: Albanella

diocesi: Vallo della Lucania

funzionario: Dott.ssa Maria Guglielmina Felici

telefono: 089 2758214

email: mariaguglielmina.felici@beniculturali.it

Salerno

comune: Alfano

diocesi: Vallo della Lucania

funzionario: Dott.ssa Rosanna Romano

telefono: 089 2758219

email: rosanna.romano@beniculturali.it

Salerno

comune: Altavilla Silentina

diocesi: Vallo della Lucania

funzionario: Dott.ssa Maria Guglielmina Felici

telefono: 089 2758214

email: mariaguglielmina.felici@beniculturali.it

Salerno

comune: Amalfi

diocesi: Cava-Amalfi

funzionario: Dott.ssa Pasqualina Sabino

telefono: 089 2758203

email: pasqualina.sabino@beniculturali.it

Salerno

comune: Angri

diocesi: Nocera-Sarno

funzionario: Dott. Antonio Braca

telefono: 089 2758204

email: antonio.braca@beniculturali.it

Salerno

comune: Aquara

diocesi: Teggiano-Policastro

funzionario: Dott.ssa Emilia Alfinito

telefono: 089 2758220

email: emilia.alfinito@beniculturali.it

Salerno

comune: Ascea

diocesi: Vallo della Lucania

funzionario: Dott.ssa Maria Guglielmina Felici

telefono: 089 2758214

email: mariaguglielmina.felici@beniculturali.it

Salerno

comune: Atena Lucana

diocesi: Teggiano-Policastro

funzionario: Dott.ssa Emilia Alfinito

telefono: 089 2758220

email: emilia.alfinito@beniculturali.it

Salerno

comune: Atrani

diocesi: Cava-Amalfi

funzionario: Dott.ssa Pasqualina Sabino

telefono: 089 2758203

email: pasqualina.sabino@beniculturali.it

Salerno

comune: Auletta

diocesi: Acerno-Campagna

funzionario: Dott.ssa Anna De Martino

telefono: 089 2758222

email: anna.demartino@beniculturali.it

Salerno

comune: Baronissi

diocesi: Salerno

funzionario: Dott. Antonio Braca

telefono: 089 2758204

email: antonio.braca@beniculturali.it

Salerno

comune: Battipaglia

diocesi: Salerno

funzionario: Dott.ssa Filomena Mangone

telefono: 089 2758218

email: filomena.mangone@beniculturali.it

Salerno

comune: Bellizzi

diocesi: Salerno

funzionario: Dott.ssa Filomena Mangone

telefono: 089 2758218

email: filomena.mangone@beniculturali.it